CANONE RAI

Il Canone RAI è un’imposta sulla detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive. Il pagamento del canone è obbligatorio per chiunque possegga uno dei suddetti apparecchi. La detenzione si presume nei confronti dei titolari di utenza domestica residente di fornitura elettrica. Il canone deve essere pagato una volta all’anno per famiglia anagrafica, ovvero con residenza nella stessa abitazione.

Chi deve pagare il canone Rai?

Secondo la Legge di Stabilità del 2016:

 

La stessa legge stabilisce che l’importo del canone TV sia addebitato, a rate, nella bolletta dell’elettricità qualora:
• un componente della famiglia anagrafica sia intestatario di un contratto di fornitura elettrica nell’abitazione in cui hai la residenza;
• possegga una tv o un apparecchio in grado di ricevere trasmissioni televisive.

Se nella tua famiglia nessuno è intestatario di un contratto elettrico di tipo domestico residenziale ma possedete un televisore, il pagamento del canone Rai va eseguito in un’unica soluzione entro il 31 Gennaio 2020 con modello F24.

A quanto ammonta l’importo del Canone Rai?

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2020, l’importo del canone televisivo ammonta a 90€, come per gli anni 2017 e 2018.

Chi è esente dal pagamento del Canone Rai?

Puoi essere esonerato dal pagamento del canone RAI nel caoso in cui:
 Non possiedi un televisore o un apparecchio atto a ricevere il segnale radiotelelvisivo (scopri per quali apparecchiature si deve pagare il canone RAI);
• Hai compiuto 75 anni e possiedi un reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro (per le richieste relative agli anni fino al 2017) oppure a euro 8.000 (riferito all’anno di imposta 2017, per le richieste relative all’anno 2018);
• Sei un agente diplomatico, funzionario o impiegato consolare, funzionario di organizzazioni internazionali oppure un militare di cittadinanza non italiana o personale civile non residente in Italia, di cittadinanza non italiana, appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia.

Come ottenere l’esenzione

Se sei intestatario di una fornitura elettrica ma non hai il televisore in casa puoi chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai, così come se rientri in una delle categorie che rispondono ai requisiti riportati sopra. In questo caso devi compilare e inviare un modulo di Dichiarazione Sostitutiva, per comunicare il tuo diritto all’esenzione, e non ricevere l’addebito in bolletta. Tale dichiarazione deve essere inviata entro le seguenti date:
• il 31 gennaio 2020 per essere esentati per l’intero anno;
• il 30 giugno 2020 per essere esentati per il secondo semestre 2020, da luglio a dicembre.

La dichiarazione deve essere presentata ogni anno tramite uno dei seguenti canali:
• Applicazione web disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate;
• PEC con firma digitale all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it;
• Raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

FORINI S.P.A
Via del Popolo, 9
06083 Bastia Umbra (PG)

Mail: info@forini.com
Tel: +39 075 8000261
Fax: +39 075 8000361

Copyright 2020 © Forini Spa | Capitale Sociale € 1.500.000 interamente versato info@pec.forini.com | C.Fiscale e p.Iva: 00148360548 iscritta al registro dell’imprese di Perugia n. rea PG87828 | Privacy Policy Cookie Policy | Powered by Iktome Adv